Cine Forum

Cultura Italia – sans frontières
in collaborazione con Le Grütli 
vi invita alla proiezione del film:

La storia dell’agente speciale Vogel che viene inviato in una cittadina isolata in una sperduta valle montana, per investigare sul caso di una sedicenne scomparsa. Il film ha ottenuto 2 candidature ai Nastri d’Argento, 4 candidature e vinto un premio ai David di Donatello.

La ragazza nella nebbia è uno di quei film in grado di penetrarci nella psiche, di infiltrare nel proprio immaginario immagini e personaggi costruiti a regola d’arte, srotolando un percorso in cui la verità sembra essere perennemente dietro l’angolo.
Col suo primo film tratto dall’omonimo romanzo Donato Carrisi ci racconta una storia che poi diventa un’altra e all’interno della quale se ne nasconde un’altra ancora: un intreccio che confonde, ammalia, sicuramente disorienta, lasciandoci con un grumo di domande e la consapevolezza che, molto probabilmente, anche a noi (proprio come a Vogel) non interessa tanto trovare la verità quanto andare a fondo nella spettacolarità filmica, prolungare la straziante attesa che ci separa dal verdetto finale, così peculiarmente tempestata di indizi.


Cultura Italia – sans frontières
in collaborazione con il cinema Grütli
presenta il film:

“TITO E GLI ALIENI”
di Paola Randi
 
Martedì 26 marzo ore 20.45
presso Cinema du Grütli – Ginevra 

Cultura Italia – sans frontières in collaborazione con il cinema Grütli presenta il film: "TITO E GLI ALIENI" di Paola Randi Martedì 26 marzo ore 20.45 presso Cinema du Grütli - Ginevra

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

È una commedia fantascientifica del 2018. Il film è stato presentato alla 35ª edizione del Torino Film Festival.
 
Il Professore (magistralmente interpretato da Valerio Mastrandrea) è uno scienziato depresso che vive isolato dal mondo nel deserto del Nevada, accanto all’Area 51. Dovrebbe lavorare a un progetto segreto per il governo degli Stati Uniti, ma in realtà passa le sue giornate su un divano ad ascoltare il suono dello spazio. Il suo solo contatto con il mondo è Stella, una ragazza che organizza matrimoni per i turisti a caccia di alieni. Ma l’esistenza solitaria del Professore viene rivoluzionata dall’arrivo dei due giovani nipoti da Napoli : Anita, 16 anni, e Tito, 7, che il fratello Fidel gli affida prima di morire. I ragazzi arrivano aspettandosi Las Vegas e invece si ritrovano in mezzo al nulla, nelle mani di uno zio squinternato, in un luogo strano e misterioso dove si dice che vivano gli alieni.  

 
Sorprendente e coraggioso, il film regala qualcosa di molto diverso con cui avere a che fare, prima divertendoci per l’eccentricità di luoghi e personaggi, poi coinvolgendoci sempre più emotivamente, commossi senza quasi rendercene conto. Nato dal coraggio e dall’incoscienza della regista e della giovane produttrice, Tito e gli alieni è un piccolo film a cui voler bene, capace di conquistare per la sua universalità, che dimostra come le idee, la creatività e la passione valgano molto più di un budget sostanzioso (Mauro Donzelli).  

SCHEDA DEL FILM

TRAILER

I membri di Cultura Italia potranno usufruire della tariffa ridotta di 10 CHF presentando questo comunicato alla cassa, anche su smart phone. Vi aspettiamo!


Cultura Italia – sans frontières

in collaborazione con il cinema Grütli
presenta il film:

“QUANTO BASTA”

di Francesco Falaschi

Martedì 26 febbraio ore 20.45

presso Cinema du Grütli – Ginevra

Una commedia lieve che parla di neurodiversità con uno straordinario Luigi Fedele.
Finito ai servizi sociali, il talentuoso chef Arturo (interpretato da Vinicio Marchioni) farà la conoscenza di Guido, giovane affetto dalla sindrome di Asperger che sembra avere particolarmente a cuore la passione per la cucina.

Francesco Falaschi, senza perdersi dietro facili ambizioni, dimostra con “Quanto basta” come sia possibile dirigere una commedia sulla disabilità evitando il bozzettismo e la semplificazione. Si avverte una sincerità nella nascente amicizia tra Arturo e Guido che è salvifica, e che non ha nulla di artefatto, di semplicistico, di ovvio. Non si vede il meccanismo – pur esistente – alla base del tutto, e si segue un adulto che, grazie a un adolescente Asperger, ritrova il proprio posto nel mondo. (Raffaele Meale)

Scheda del film

I membri di Cultura Italia potranno usufruire della tariffa ridotta di 10 CHF presentando questo comunicato alla cassa, anche su smart phone.

Vi aspettiamo!


Cultura Italia – sans frontières

in collaborazione con il cinema Grütli

presenta una retrospettiva speciale:

“C’ERA UNA VOLTA IL WEST” DI SERGIO LEONE


Martedì 29 gennaio ore 20.30

presso Cinema du Grütli – Ginevra 

in presenza di Gian Luca Farinelli, 

Direttore della Cineteca di Bologna

Con C’era una volta il West, Sergio Leone centra la perfetta sintesi del genere che lo ha reso grande, omaggiando i grandi classici del passato e diventando contemporaneamente fonte di ispirazione per nuove generazioni di grandi cineasti (Martin Scorsese, George Lucas e John Carpenter prima, Quentin Tarantino e Robert Rodríguez poi).
A quasi 50 anni dall’uscita del film, noi non possiamo che rimanere ammirati di fronte a una pietra miliare della narrazione audiovisiva, simbolo di un modo di fare cinema e di narrare storie così lontano dalla modernità, ma al tempo stesso così universale, puro e stimolante. (cinematographe.it)

SCHEDA DEL FILM

I membri di Cultura Italia potranno usufruire della tariffa ridotta di 10 CHF presentando questo comunicato alla cassa, anche su smart phone.

Vi aspettiamo!