Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages
Filtra la ricerca
Apero Libri
CineForum
Gastronomia
Incontri
Musica
Storie Italiane
Teatro

Apero Libri

Paolo Cognetti ha vinto il Premio Strega 2017!

 

Paolo Cognetti si è aggiudicato il Premio Strega con il libro “Le otto montagne”, dopo aver ottenuto anche il Premio Strega Giovani.
Come molti di voi ricorderanno, Paolo è stato nostro ospite lo scorso aprile, occasione in cui ci ha raccontato i suoi due ultimi libri entrambi ambientati in montagna: il premiato “Le otto montagne” e “Il ragazzo selvatico”.
 

A Paolo Cognetti i complimenti di Cultura Italia!


Presentazione de “La vita a rovescio” 

in presenza dell’autrice Simona Baldelli

Presso la sede della Società Dante Alighieri (Rue du Perron 16), alle ore 19:30

Come ci si sente a vivere nei panni di una persona del sesso opposto al nostro? Ovvero, come ci si sente quando si è obbligati a vivere secondo dettami che poco hanno a che vedere con quello che veramente sentiamo dentro?

Ne “La Vita a Rovescio” seguiamo  le vicende di Caterina, nella Roma del Settecento, obbligata inizialmente dal padre a frequentare un corso di ricamo durante il quale s’innamora (ricambiata) di Margherita. Il particolare tipo di amore che lega le due ragazze è condannato e non ha nome: esistono reati di cui essere accusate (sodomia, stregoneria) ma non esiste ancora un termine per definirlo. Caterina allora fugge di casa e s’inventa Giovanni Bordoni, coltivando la sua passione che sotto le mentite spoglie maschili non risulterà più scandalosa. La sua breve ma intensa vita avrà un epilogo sorprendente.

In occasione della Giornata Internazionale contro L’Omofobia (17 maggio), parleremo del “La Vita a Rovescio” in compagnia dell’autrice Simona Baldelli, finalista al Premio Calvino 2012 e vincitore Premio John Fante opera prima.
La serata si svolgerà eccezionalmente presso la sede della Società Dante Alighieri (Rue du Perron 16 – CH 1204 Genève), alle ore 19:30.

Ingresso Libero. Seguirà un rinfresco gentilmente offerto dalla Società Dante Alighieri.

Il libro può essere acquistato presso la libreria Payot a Ginevra (Rue de la Confédération 7).


Presentazione dei libri “Il ragazzo selvatico” & ” Le otto montagne” di Paolo Cognetti 

in presenza dell’autore

 

Mercoledì 5 aprile 2017, ore 19.00 presso La Fumisterie (Rue des Noirettes 21, 1227 Carouge)

 

La montagna, lontana dalle frenesie cittadine e spesso impervia e inospitale è luogo di solitudine ma anche di incontri.

Jpeg

I protagonisti dei due libri di Paolo Cognetti (uno dei quali è l’autore stesso ne “Il ragazzo selvatico”) arrivano in montagna dalla città. Qui, capaci finalmente di porre ascolto alla propria voce, riescono a incontrare se stessi, mentre stringono amicizie profonde.

Tanti sono i modi di andare in montagna: c’è chi punta solo alla vetta più alta e chi invece preferisce percorrere i cammini che la attorniano, in un saliscendi di monti e valli che può diventare infinito, senza porsi come traguardo una cima, insaziabile nelle sue esplorazioni.

 

Vita di montagna contrapposta alla vita di città? Si possono trasporre certi valori della vita di montagna alla vita di città per ricondurre quest’ultima a ritmi più naturali? E quanto questo sta diventando necessario, anche come reazione alla tendenza opposta di urbanizzare la montagna?

Vi segnaliamo la sua recente partecipazione da Fabio Fazio alla trasmissione di Rai3 “Che tempo che fa”: Che tempo che fa – Paolo Cognetti e Lars Mytting – Che Tempo che fa del 19/02/2017 – video – RaiPlay

 


Mi sa che fuori è primavera”  (Concita De Gregorio)

In presenza dell’organizzazione Missing Children Switzerland

Mercoledì 15 marzo 2017, ore 19.00
presso La Fumisterie (rue des Noirettes, 21)

Apero letterario 15 marzo-mi sa che fuori è primavera

Mi sa che fuori è primavera raccoglie la testimonianza di Irina Lucidi e del suo vissuto, intorno un triste evento che ha sconvolto la sua vita nel gennaio 2011. La scomparsa delle sue bambine, con cui viveva nei pressi di Losanna, è il fatto su cui ruota la ricostruzione dell’autrice Concita De Gregorio, che ha ascoltato Irina per darle la possibilità di “dire ad alta voce e occhi asciutti cose che non si possono dire perché nessuno ha un posto dove metterle“. Superando il dolore, il rancore e la disperazione che hanno affollato la vita di Irina, questo libro racconta soprattutto di come affrontare una realtà incomprensibile, per cercare di starci dentro, per non dimenticare ma non impazzire nel ricordo. Per non rivivere continuamente il passato e immaginare un futuro.
Lettere, elenchi, sogni, ricordi, sono i frammenti della vita di Irina con cui l’autrice ha dipinto il ritratto di una donna forte che è riuscita a ritrovare un nuovo punto di partenza.

Nello stesso 2011, Irina ha voluto creare Missing Children Switzerland (MCS), organizzazione non governativa al servizio di tutti coloro che si trovano di fronte alla sparizione del loro figlio o figlia. In conformità alla Convenzione internazionale sui diritti dell’infanzia, da allora MCS affianca le famiglie e interviene concretamente per il ritrovamento dei minori scomparsi anche al di là del territorio svizzero, collaborando con le autorità competenti.

Alla serata parteciperanno rappresentanti dell’organizzazione.

Entrata libera.